Dunk Low Disrupt 2 di Nike si fa pesante con le cuciture a vista


Nike farà spesso riferimento alle sue silhouette classiche per crearne di nuove, e questo è esattamente il caso della Dunk Low Disrupt che ha fatto il suo debutto sul mercato durante l’autunno 2020. E per dare il via al 2022, il team Swoosh cerca di espandere il suo catalogo con un modello sequel nella Nike Dunk Low Disrupt 2 che ha appena rivelato la sua prima colorazione ufficiale.

Questa nuova offerta funge da importante allontanamento dall’originale in quanto vanta una costruzione completamente nuova. Invece di imporre unità intersuola a blocchi e dimensionali, il marchio Beaverton ha realizzato il modello con tomaie in tela, sovrapposizioni in pelle scamosciata pelosa e varie cuciture a vista che emanano quasi un’atmosfera ispirata al progetto. I contorni oversize dei loghi Swoosh sono cuciti sia sulle pareti laterali che su quella mediale, ma il primo viene fornito anche con un logo pieno più vicino alla gola. Sovrapposizioni extra vengono anche aggiunte appena sotto le linguette del tallone e sui talloni inferiori che si estendono sull’intersuola, e le puntali presentano un pezzo aggiunto verso l’estremità esterna per far passare i lacci. Le girandole retrò sulle solette indicano che queste sono realizzate con materiali riciclati e l’intersuola e il fondo maculati fanno eco a questa intenzione.

Dai un’occhiata più da vicino alla colorazione “Phantom/University Blue/Machalite” e aspettati che usciranno nei prossimi mesi.

In precedenza, Jordan Brand ha presentato altre colorazioni di Air Jordan 1 Low Golf.


Exit mobile version